Manuale Slave 30CH – 100V

Presentazione

Slave 30CH 100V è il progetto esclusivo Piroshow che offre al pirotecnico una centralina di accensione affidabile, robusta, compatta, comoda e leggera da trasportare, ma con un concentrato tecnologico da primato internazionale.

Tutta l’ elettronica interna è un progetto Piroshow made in Italy, essa ha il proprio fiore all’ occhiello nel circuito che permette di avere una tensione di sparo di almeno 100V.

Il nostro progetto esclusivo quindi:

  1. Permette di avere un modulo Slave autoalimentato (con batterie interne) di dimensioni di gran lunga più compatte e di peso di gran lunga inferiore rispetto agli altri prodotti presenti sul mercato. Per l’ esecuzione di un piccolo spettacolo può sembrare indifferente, ma per l’esecuzione di spettacoli di grandi dimensioni caricare sul furgone, scaricare e posizionare sul campo dello spettacolo, per poi smontare e ricarire sul furgone, 100 kg di centraline piuttosto che 500kg fa la differenza!
  2. Ciò nonostante la Slave 30CH 100V garantisce una autonomia di carica di oltre 30 ore. Ciò significa che, tenuto conto che la durata media di accensione di una centralina è di 30 minuti, con un ciclo completo di carica si possono eseguire fino a 60 spettacoli.
  3. Avere a disposizione in maniera costante 100V di tensione in uscita, di sparo per intenderci, e per ogni canale, vuol dire poter collegare in serie fino a 50 accenditori per ogni canale, per un totale strabiliante di 1500 accensioni gestibili da ogni singola Slave.
  4. Inoltre l’ingegnerizzazione interna dei nostri circuiti garantisce l’eseguibilità di accensioni con un intervallo minimo di di soltanto 1 centesimo di secondo.
  5. Il TRIGGER della Slave 30CH può ricevere impulsi che vanno da un minimo di 12V ad un massimo di 400V, a differenza degli altri prodotti analoghi che invece possono ricevere impulsi TRIGGER fino ad un max di 70V, col rischio, se l’ impulso fosse di tensione più alta, non solo di non eseguirlo, ma anche di bruciare letteralmente tutto il circuito interno della centralina rendendola inutilizzabile.

Non avventurarsi in riparazioni fai da te, non tentare di aprire la valigia di custodia. Ogni operazione siffatta provoca la decadenza dalla garanzia, in caso di malfunzionamenti contattare immediatamente Piroshow e spedire il modulo in assistenza.

Descrizione

1. Modalità d'uso

La Slave 30CH 100V è il modulo progettato per dare accensione agli artifici pirotecnici collegati tramite accenditore. Se si tratta di singole accensioni la Slave 30CH deve ricevere un singolo impulso di accensione per ogni canale da mandare in esecuzione, se si tratta di accensioni di tipo sequenziale sarà sufficiente inviare un unico impulso di sparo per mandare in esecuzione l’intera sequenza di accensioni.

Il comando di accensione può essere inviato:

  1. da uno dei moduli Master (Master Full o Master Manual), o da FU.MU.
    Software (tramite Piroshow Converter). In questo caso TUTTI i comandi di accensione (anche l’ impulso TRIGGER) passano attraverso il cavo con connettore XLR collegato al retro della valigia.Nell’ipotesi di spettacolo da eseguire in modalità automatica o semi- automatica (tramite Master Full o FU.MU. Software) la programmazione delle accensioni in modalità sequenziale va effettuata contestualmente alla progettazione dell’ intero spettacolo, utilizzando il simulatore o l’ interfaccia di creazione spettacolo presente nel modulo Master Full.Nell’ipotesi di spettacolo da eseguire in modalità manuale, tramite Master Full o Master Manual, la programmazione delle accensioni in modalità sequenziale va effettuata direttamente nella Slave 30CH 100V. In tal caso per mandare in esecuzione la sequenza di accensioni occorrerà inviare un unico
    impulso TRIGGER dalla Master.
  2. In alternativa, il comando di accensione può essere inviato per mezzo di un impulso TRIGGER da:
    • una batteria esterna
    • un altro modulo Slave 30CH
    • un modulo Easy Fire

    Tale impulso TRIGGER in questi casi dovrà essere inviato utilizzando i due appositi connettori presenti a sinistra dell’ interruttore principale.

La Slave 30CH 100V ha quindi un’ enorme flessibilità di utilizzo..

2. TRIGGER

TRIGGER è l’impulso elettronico/digitale che da alla Slave 30CH 100V il segnale di mandare in esecuzione una singola accensione o una accensione di tipo sequenziale. Utilizzando tale modalità di innesco, se si tratta di accensione sequenziale sarà sufficiente l’invio di un solo impulso TRIGGER per mandare in esecuzione l’ intera sequenza.
In caso invece di innesco di singoli canali in maniera autonoma, saranno necessari tanti impulsi TRIGGER quanti sono i canali da innescare.

ATTENZIONE: nel caso di utilizzo tramite le Master, l’invio di TRIGGER attraverso i connettori frontali può compromettere la funzionalità del modulo Slave!!
In tale ipotesi ricordare sempre che l’ impulso TRIGGER passa per i connettori XLR.

3. Posizionamento degli accenditori

Gli accenditori vanno inseriti spostando la leva dei morsetti antistrappo, posizionando ogni capo del filo di collegamento in uno dei due morsetti (rosso e nero) presenti per ogni canale di accensione.

Piroshow garantisce sempre una tensione di sparo di 100 V: è quindi possibile poter collegare in serie fino a 50 accenditori per ogni canale di accensione!

Ovviamente in caso di connessione in serie tutti gli accenditori presenti andranno in esecuzione contemporaneamente.

Piroshow invita i pirotecnici ad inserire gli accenditori tenendo il modulo slave 30CH spento.

4. Avvio del modulo

Posizionare l’ interruttore su ON. Un led verde conferma l’accensione della Slave, il monitor LCD dopo il messaggio di benvenuto visualizza la versione software presente nel modulo, poi visualizza la schermata “ATTESA INNESCO” contenente il messaggio preliminare all’ ingresso nel menù principale “PREMI OK X PROGR.”

Premere

Il menù principale è ordinato nelle seguenti funzioni:

  1. Sequenza costante: permette l’ impostazione di una sequenza costante.
  2. Sequenza accelerata: permette l’ impostazione di una sequenza accelerata.
  3. Sequenza decelerata: permette l’ impostazione di una sequenza decelerata.
  4. Sequenza programmata: permette l’ impostazione di una sequenza programmata.
  5. Sequenza simulata: simula attraverso i led e beep sonori l’ ultima sequenza impostata.
  6. Informazione tempi: visualizza il riepilogo delle informazioni dell’ ultima sequenza impostata.

5. Modalità di accesso alle funzioni

  1. Visualizzazione e modifica ID della Slave
  2. Test linea e visualizzazione stato batteria

Per accedere a queste funzioni si deve essere nella pagina “ATTESA INNESCO”:

  1. Visualizzazione e modifica ID della Slave: premere la freccetta con la punta verso l’ alto e immediatamente e mantenendo la pressione, la freccetta col punta rivolta a sinistra.
    Lo schermo visualizza l’ID attuale della Slave. Se è confermato, premere OK per tornare alla schermata “ATTESA INNESCO”, altrimenti agire sulle due freccette per scorrere avanti e indietro le entità numeriche possibili, fino ad arrivare a quella desiderata.
    Premere OK per tornare alla schermata “ATTESA INNESCO”.
  2. Test linea: premere la freccetta con la punta rivolta verso sinistra
    Lo schermo lcd visualizza il test linea per ogni canale della Slave. Legenda test canale:
    : accenditore presente e funzionante.
    – : accenditore assente o non correttamente funzionante. Cause:
    L’accenditore non è stato correttamente inserito, controllare il corretto inserimento.
    L’accenditore è in corto, sostituire l’accenditore.: presenza di un TRIGGER oppure problema di impedenza (il numero di accenditori connessi in serie in quel canale è eccessivo).

Terminata la verifica del test linea con la lista di sparo, premere OK.

La schermata successiva visualizza lo stato di carica della batteria e la tensione in uscita per ogni singolo canale.

Tensione in ingresso = stato di carica (come tutti i moduli con batteria 12v standard ):

  • 12v o maggiore = tensione ottimale
  • Fino 11,7V = Pericolo! Lo stato di carica potrebbe essere insufficiente a concludere uno spettacolo di medie o grandi dimensioni
  • 11,6V o meno = ricaricare immediatamente! Batteria insufficiente.

Tensione in uscita:
100V standard – garantisce 50 accenditori in serie.
La tensione in uscita dipende dal corretto funzionamento dei circuiti interni e dallo stato della batteria.

  • L’indicazione di una tensione in uscita con valori tra 120V e 90V garantiscono il perfetto funzionamento del modulo;
  • L’indicazione di una tensione in uscita con valori inferiori a 90 V può dipendere da un livello di carica particolarmente basso della batteria o da un malfunzionamento dei circuiti interni.

In tal caso spedire immediatamente in assistenza. Premere OK per tornare alla schermata “ATTESA INNESCO”

6. Sequenza costante

In modalità sequenza costante il pirotecnico inserisce un intervallo di tempo che poi la Master estende a tutti i canali coinvolti nell’esecuzione della sequenza.

Il pirotecnico dovrà inserire l’intervallo di tempo costante prescelto e quanti dei 30 canali della Slave partecipano alla sequenza. Per impostazione software, la Slave considera i canali coinvolti nella sequenza sempre a partire dal canale N° 1, quindi se il pirotecnico vorrà impostare una sequenza di 15 accensioni i canali coinvolti saranno quelli che vanno dall’ 1 al 15, se la sequenza prevedesse 27 canali i canali coinvolti saranno quelli tra l’ 1 e il 27 ( mai per es. quelli tra il canale N 3 e il 30! ).

Non sarà quindi possibile impostare due sequenze di tipo costante, accelerata, decelerata, nella stessa centralina anche se la somma dei canali utilizzati per le due sequenze fosse inferiore a 30 (entrambe le sequenze avrebbero comunque inizio dal canale N°1, quindi di fatto la seconda sequenza impostata si sovrascriverebbe e cancellerebbe dalla memoria della Slave la prima).

Nota 1 : nonostante sia possibile inserire un numero di canali coinvolti superiore a 30 (possibilità invece permessa e funzionale nelle ipotesi di sequenza accelerata e decelerata) la sequenza si interromperà al canale 30.

Nota 2 : impostare una sequenza costante con un numero di accensioni superiore a 30, senza alcun limite è tuttavia semplicissimo. È sufficiente impostare una sequenza costante col medesimo intervallo tra le accensioni in tutte le Slave necessarie per il numero di accensioni definite. Collegare poi il canale N° 30 all’ingresso TRIGGER della Slave successiva e così via. Mandato in esecuzione il canale 1 della prima delle Slave impostate, la sequenza procederà automaticamente fino alla conclusione.

Procedura di impostazione della sequenza costante

Bisognerà scegliere un intervallo di tempo tra una accensione ed un’altra (max 59,99 sec.) ed un numero di canali (max 30).

Inizialmente il cursore lampeggerà sulla cifra corrispondente alle decine di secondi.

Usare il tasto della freccia verso l’alto per impostare la cifra desiderata e premere OK.

Il cursore lampeggerà ora sulla cifra dei secondi, nuovamente usare il tasto della freccia verso l’alto per impostare la cifra desiderata e premere OK.

Procedere allo stesso modo per i decimi e i centesimi di secondo.

A questo punto il cursore lampeggerà sul numero di canali.

NOTA : anche se le cifre selezionabili per i canali sono tre, essendo il numero massimo di canali 30, la prima cifra dovrà sempre essere 0.
Impostare il numero di canali allo stesso modo di quanto fatto per il tempo.

Infine il sistema chiederà se si vuole impostare di un impulso TRIGGER tra le varie accensioni, scegliere SI oppure NO usando la freccia verso l’alto e poi OK.

7. Sequenza accelerata o decelerata

In modalità sequenza accelerata il pirotecnico dovrà impostare il numero dei canali coinvolti e la durata totale della sequenza. Il software della centralina Slave 30CH elaborerà una sequenza di intervalli di tempo man mano sempre più brevi (o sempre più lunghi nel caso di sequenza decelerata) secondo il numero di accensioni predisposte.

La somma degli intervalli di tempo sarà esattamente uguale al tempo inserito dal pirotecnico in fase di programmazione. In modalità standard il pirotecnico avrà a disposizione fino a 30 canali (quanti ne sono contenuti in una Slave 30CH).

Per impostazione software, la Slave considera i canali coinvolti nella sequenza sempre a partire dal canale N° 1.

Il software interno ad ogni Slave 30CH è inoltre in grado di elaborare una Super Sequenza Accelerata o Decelerata: una sequenza in cui il numero delle accensioni sia superiore a 30, che comprenda anche centinaia di accensioni, fino ad un massimo di 999. Un numero davvero strepitoso. Una volta definito il numero di accensioni il pirotecnico dovrà dividere quel numero per 30 (il numero di canali presenti in una singola Slave 30CH) per definire quante Slave dovrà utilizzare per la sequenza. per es. una sequenza accelerata di 280 accensioni necessiterà di 10 Slave 30CH (280/30= 9 col resto di 10; le prime 9 Slave saranno utilizzate al completo in tutti i loro 30 canali, la decima e ultima sarà impegnata nell’esecuzione delle ultime 10 accensioni).

Poiché le porzioni della Super Sequenza, su ognuna delle Slave necessarie per la completa esecuzione, avranno ognuna tempi differenti, occorre assegnare ad ognuna delle Slave un numero d’ ordine secondo la posizione di sparo nel contesto della sequenza.

Procedura di impostazione della sequenza accelerata o decelerata

Bisognerà scegliere la durata totale della sequenza (max 59,99 sec.) ed un numero di canali.

Inizialmente il cursore lampeggerà sulla cifra corrispondente alle decine di secondi. Usare il tasto della freccia verso l’alto per impostare la cifra desiderata e premere OK.

Il cursore lampeggerà ora sulla cifra dei secondi, nuovamente usare il tasto della freccia verso l’alto per impostare la cifra desiderata e premere OK.
Procedere allo stesso modo per i decimi e i centesimi di secondo.

A questo punto il cursore lampeggerà sul numero di canali.

Impostare il numero di canali allo stesso modo di quanto fatto per la durata.

Nota: Se il numero dei canali utilizzati è superiore a 30 si attiva automaticamente la modalità Super Sequenza ( per la realizzazione sarà necessario un numero di Slave pari al totale delle accensioni programmate diviso 30 ). In questo caso occorrerà indicare quale ordine di accensione avrà la Slave su cui si sta operando rispetto alle altre necessarie per il completamento della Super Sequenza.

Ripetere la stessa procedura per le altre Slave necessarie per il completamento della Super Sequenza, avendo la massima attenzione di impostare per ognuna ordini di sparo diversi.

Esempio : la sequenza è fatta di 75 accensioni, quindi saranno necessarie 3 Slave. Impostare la stessa Super sequenza su ognuna delle 3 Slave, scegliendo Ordine=01 su quella che dovrà eseguire le prime 30 accensioni, Ordine=02 su quella che eseguirà le accensioni da 31 a 60, ed Ordine=03 su quella che eseguirà le ultime 10 accensioni.

Nota: il sistema visualizza la richiesta dell’ordine anche nel caso in cui si utilizzino meno di 30 Slave. In questo caso, ovviamente, tale parametro non ha senso e quindi non sarà modificabile ( confermare 01).

8. Sequenza programmata

In modalità sequenza programmata il pirotecnico può stabilire la durata dell’intervallo di tempo che separa ognuno dei 30 canali della Slave. A differenza della sequenza costante, in cui tutti gli intervalli tra le accensioni sono uguali, o di quelle accelerate o decelerate, in cui gli intervalli seguono la logica della diminuzione o dell’ allungamento progressivo di tutti gli intervalli di tempo, in modalità sequenza programmata il pirotecnico ha la libertà di definire intervalli tra le accensioni anche tutti differenti l’uno dall’altro. Tale libertà creativa dà l’opportunità di poter impostare sequenze d’ accensione perfettamente aderenti a porzioni di brani musicali o altri eventi scenici esterni, come pure sfruttare la Slave per l’ esecuzione in maniera “automatica” di porzioni di spettacolo.

N.B: una sequenza programmata, a differenza delle tipologie precedenti, può seguire nella stessa Slave una sequenza costante, accelerata o decelerata che non utilizzi per intero i 30 canali a disposizione.

Procedura di impostazione della sequenza programmata

A differenza delle modalità descritte in precedenza, con questa modalità bisognerà specificare distintamente i parametri per ogni singolo intervallo.

Inizialmente Il sistema mostrerà la schermata per impostare l’intervallo tra il canale 00 ed il canale 01.

Per cambiare intervallo utilizzare la freccia verso l’alto e confermare con OK.

Es. intervallo canale 01 - 02

Il cursore lampeggerà sulla cifra corrispondente alle decine di secondi.

Usare il tasto della freccia verso l’alto per impostare la cifra desiderata e premere OK.

Il cursore lampeggerà ora sulla cifra dei secondi, nuovamente usare il tasto della freccia verso l’alto per impostare la cifra desiderata e premere OK.
Procedere allo stesso modo per i decimi e i centesimi di secondo. (vedi SEQUENZA COSTANTE).

Dopo aver specificato i centesimi di secondo scegliere se inserire un impulso trigger o no per l’intervallo corrente, selezionando TR:NO oppure TR:SI.

Il sistema chiderà se le impostazioni per gli intervalli desiderati sono concluse oppure si vuole continuare con altri intervalli. Verrà mostrato il messaggio FINE?

Se si è scelto di continuare verrà mostrata la schermata per l’intervallo successivo all’ultimo impostato.

Procedere per tutti gli intervalli desiderati ed infine selezionare SI quando viene mostrato il messaggio FINE ?

A questo punto la sequenza sarà stata impostata e memorizzata nella Slave.

Terminata l’impostazione di una sequenza costante, accelerata, decelerata o programmata è possibile quindi simularne l’effetto attraverso la voce SEQUENZA SIMULATA (N° 05) o verificarne i tempi con INFORMAZIONE TEMPI (N°06) .

È possibile quindi spegnere il modulo e inserire tutti gli accenditori desiderati.

Nota: nonostante il sistema Piroshow sia garantito contro le accensioni fortuite è buona abitudine inserire gli accenditori con il modulo Slave 30CH spento.

9. Sequenza simulata

Accedendo a questa specifica voce del menù della Slave, è possibile simulare tramite l’illuminazione dei led che affiancano ognuno dei canali e l’emissione di beep sonori l’effetto finale della sequenza impostata. La possibilità di simulare la sequenza impostata è una grande opportunità per il pirotecnico in quanto permette di apportare le necessarie correzioni in caso di insoddisfazione per l’effetto sequenziale creato, o di correggere eventuali errori commessi in fase di impostazione.

N.B.: nel caso di Super sequenza, ovviamente, l’avvio della sequenza simulata eseguirà solo la porzione della Super sequenza secondo l’ordine di accensione assegnato dal pirotecnico in fase di impostazione.

10. Informazione tempi

Informazione tempi è la voce di menù che visualizza il riepilogo delle impostazioni effettuate dal pirotecnico. Nel caso di sequenza costante, accelerata o decelerata, la schermata di informazione tempi indica per esteso il tipo sequenza impostata, l’intervallo di tempo tra le accensione o la durata totale della sequenza, in aggiunta il numero delle accensioni in cui si estende la sequenza.

Caratteristiche

  • 30 linee
  • Tensione di sparo 100V
  • Tempo minimo tra due spari consecutivi 0,01 sec.
  • Impulso Trigger da 8 a 400V
  • Test linee
  • Simulazione delle sequenze visiva e sonora
  • Batteria interna ricaricabile 12V
  • Lunga autonomia (circa 30h, stand-by circa 60h)
  • Controllo dello stato della batteria
  • 2 connettori input/output 4pin XLR
  • Resistente agli agenti atmosferici
  • Firmware aggiornabile
  • Marchio CE – ISO 9001
  • Garanzia internazionale
  • Dimensioni: 330x280x120 mm
  • Peso: 6 kg

Condizioni di Garanzia

Tutti i prodotti PiroShow sono coperti da garanzia internazionale per i difetti e i malfunzionamenti di produzione secondo quanto previsto dalla Direttiva Europea 1999/44/CE e D.Lgs. 206/2005 dello Stato Italiano.

In caso di consegna di prodotto non funzionante o non correttamente funzionante, l’acquirente ha diritto alla sostituzione o al recesso, previa tempestiva comunicazione secondo le forme e i termini di legge.

Tutti i prodotti Piroshow sono un condensato di alta tecnologia, la garanzia sul corretto funzionamento si estende per due anni dalla data di acquisto e dipende dall’uso corretto del prodotto acquistato, dalla sua corretta manutenzione e dall’assenza di manomissioni.

Norme di validità della garanzia:

  • Ogni modulo Piroshow va utilizzato dopo aver studiato il relativo manuale d’uso e le avvertenze in esso contenute.
  • Assicurarsi sempre che persone non autorizzate non abbiano accesso al campo dello spettacolo e non possano interferire con i sistemi di accensione.
  • Essendo deputate all’ accensione di prodotti pirotecnici la sicurezza dello spettacolo e dei moduli Piroshow dipende anche dalla corretta esecuzione delle norme dei singoli artifici pirotecnici, avendo speciale riguardo a quelli che possono essere sensibili per composizione chimica a campi elettromagnetici.
  • I prodotti Piroshow indicati come espressamente resistenti agli agenti atmosferici vanno utilizzati con valigia ermeticamente chiusa. Nel caso in cui, per qualsiasi motivo, ciò non fosse possibile il pirotecnico deve avere cura di proteggere i moduli con idonea copertura.
  • Ove espressamente indicato, i prodotti Piroshow sono resistenti al calore e alle ceneri prodotte durante l’ esecuzione dello spettacolo. È comunque importante che i moduli non siano posizionati nelle immediate adiacenze dei fuochi e degli effetti pirotecnici. In ogni caso i moduli Piroshow non sono resistenti all’esposizione alle fiamme.
  • Le uscite, le porte, gli ingressi che permettono la comunicazione e il cablaggio tra i moduli Piroshow sono garantiti nella loro impermeabilità esclusivamente tramite un uso corretto.
  • Il tappo ermetico va tenuto sempre perfettamente chiuso, ad eccezione del tempo strettamente necessario per il collegamento dei cavi necessari per l’ esecuzione dello spettacolo.
  • Utilizzare per l’esecuzione di spettacoli pirotecnici esclusivamente prodotti intatti e perfettamente integri in ogni loro parte. In caso di sospetto malfunzionamento non utilizzare il modulo e non cercare di effettuare riparazioni fai da te.
    L’utilizzo di un modulo non integro e perfettamente funzionante mette a repentaglio la salute del pirotecnico, dei suoi assistenti e degli spettatori!
    L’ispezione e il test dei moduli è fondamentale nel caso di noleggio da parte di altre ditte pirotecniche!
  • Tutti i connettori e le porte d’ingresso devono essere periodicamente pulite dallo sporco che periodicamente vi si deposita.
  • In ogni caso deputata alla manutenzione e alla riparazione dei singoli moduli è esclusivamente Piroshow. Considerato lo schema di assemblaggio e la tecnologia interna presente, la semplice apertura del singolo modulo da parte di soggetti non autorizzati è causa di decadenza dalla garanzia.

Norme di sicurezza

Le seguenti regole servono per capire meglio le norme di sicurezza più rilevanti.

Le norme di sicurezza sono nate dalla nostra esperienza e dal contatto giornaliero con i nostri clienti e permettono l’applicazione sicura di tutte le componenti dei nostri sistemi d’accensione radiocomandata. Piroshow è lieta di accogliere gli ulteriori suggerimenti provenienti dai pirotecnici per migliorare ulteriormente le indicazioni relative alla sicurezza nella messa in opera ed esecuzione degli spettacoli.

Le seguenti norme di sicurezza fanno parte delle istruzioni di tutti nostri sistemi.
Le istruzioni devono essere messe a disposizione di tutte le persone che sono a contatto con questa tematica nella vostra ditta.
Ogni apparecchio tecnico può causare potenzialmente errori.
Uso erroneo, danni, usura e invecchiamento favoriscono l’introdursi di errori.

Il sistema di accensione elettronica Piroshow è il più valido supporto per il pirotecnico per l’accensione elettronica degli spettacoli e per esaltarne le creatività artistica, ma si relaziona con una tipologia di materiale, i fuochi pirotecnici, pericolosi per loro stessa definizione. Questo è il motivo per cui sono nate queste regole.

  1. Fumare e tenere utensili in grado di creare scintille è sempre vietato nella zona dello spettacolo
  2. In base agli articoli pirotecnici da usarsi e alle condizioni locali, mettere in atto tutte le misure anti incendio e pronto soccorso necessarie.
  3. Tenere sempre conto delle leggi nazionali, delle norme tecniche e istruzioni sull’uso di oggetti pirotecnici e le loro clausole.
  4. Assicurarsi che persone non autorizzate non abbiano accesso a oggetti pirotecnici e sistemi d’accensione.
  5. Rispettare le zone di sicurezza prescritte dalla legge e dal fabbricante. Tenere gli estranei a dovuta distanza con barriere.
  6. Le istruzioni del fabbricante di oggetti pirotecnici devono venire rispettate.
  7. L’uso di installazioni d’accensione deve aver luogo solo dopo appropriate precauzioni.
  8. I prodotti Piroshow indicati come espressamente resistenti agli agenti atmosferici vanno utilizzati con valigia ermeticamente chiusa. Nel caso in cui, per qualsiasi motivo ciò non fosse possibile il pirotecnico deve avere cura di proteggere i moduli con idonea copertura.
  9. Ove espressamente indicato, i prodotti Piroshow sono resistenti al calore e alle ceneri prodotte durante l’ esecuzione dello spettacolo. È comunque importante che i moduli non siano posizionate nelle immediate adiacenze dei fuochi e degli effetti pirotecnici. In ogni caso i moduli Piroshow non sono resistenti all’ esposizione alle fiamme.
  10. Utilizzare per l’ esecuzione di spettacoli pirotecnici esclusivamente prodotti intatti e perfettamente integri in ogni loro parte. In caso di sospetto malfunzionamento non utilizzare il modulo e non cercare di effettuare riparazione fai da tè. L’ utilizzo di un modulo non integro e perfettamente funzionante mette a repentaglio la salute del pirotecnico, dei suoi assistenti e degli spettatori! L’ ispezione e il test dei moduli è fondamentale nel caso di noleggio da parte di altre ditte pirotecniche!
  11. Temporali oppure campi elettrostatici che si formano prima dei temporali possono provocare accensioni fortuite. Con l’ avvicinarsi del temporale, Piroshow consiglia di sospendere i lavori di messa in opera dello spettacolo e di mettere in sicurezza quanto già posizionato.
  12. Gli accenditori vanno inseriti negli appositi morsetti o quick clips avendo cura che i relativi moduli Slave 30ch 100v , Easy Fire, Smart Slave siano spenti o privi di collegamenti che forniscano alimentazione. Ogni effetto pirotecnico é comunque da considerarsi attivo dal momento in cui i cavi vengono collegati all’apparecchio d’accensione indipendentemente se l’apparecchio é acceso o spento.
  13. Controllare sempre l’ integrità del filo elettrico collegato all’ accenditore.
  14. Evitate che spolette e rispettivi cavi siano vicini o abbiano contatto con materiali conduttori di corrente, se c’é il pericolo di scariche elettrostatiche.
  15. Controllare sempre l’ integrità dei cavi elettrici di cablaggio del sistema.
  16. Evitate tutte le fonti di accensioni anticipate, tra cui sono alte tensioni di campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici e fonti di tensione.
  17. I cellulari, gli apparecchi radio trasmittenti e in generale tutti gli strumenti con batteria interna rappresentano un pericolo troppo spesso sottovalutato: se maneggiati contemporaneamente alla messa in opera degli accenditori possono essere causa di accensioni fortuite. ATTENZIONE!
  18. I fuochi pirotecnici, secondo la loro composizione possono produrre gas ionizzati. Questi fanno si che l’aria diventi conduttrice di corrente. Processi di ionizzazione, se hanno luogo vicino a cavi di alta tensione, possono provocare accavallamenti mortali per chi si trova nelle vicinanze. Tenete in considerazione che le correnti d’aria a terra possono essere diverse da quelle che si trovano a una altezza di pochi metri.
  19. Usate cavi sufficientemente lunghi per la vostra sicurezza e quella degli apparecchi.
  20. Durante la fase di test o di simulazione dello spettacolo è buona abitudine, nonostante l’ estrema sicurezza delle procedure di testing Piroshow, che nessun pirotecnico o operaio sia presente nelle adiacenze delle postazioni pirotecniche.