Manuale Power Box e Smart Slave

Introduzione

Power Box e Smart Slave compongono il sistema di accensione Piroshow alternativo alla Slave 30CH 100V. Tale sistema, progetto esclusivo di Piroshow, è stato studiato per offrire al pirotecnico alcuni vantaggi operativi e di gestione nel caso di spettacoli pirotecnici da effettuare tramite Master Full, Master Manual o FU.MU. Software.

Power Box e Smart Slave costituiscono due distinti componenti di un unico sistema.

Per essere operative Power Box e Smart Slave necessitano l’una dell’ altra. Completa il sistema il modulo ID Programmer.

Leggerezza, manegevolezza e semplicità operative e di gestione sono i suoi punti di forza.

Il sistema è stato progettato attorno allo stesso modulo di 30 canali singoli di accensione per centralina in modo da non creare differenze e discontinuità per il pirotecnico in fase di progettazione dello spettacolo, e quindi poter decidere anche soltanto dopo la progettazione con quale modulo gestire le accensioni (Slave 30CH o Smart Slave) in base alle esigenze specifiche del tipo di accensioni stesse o alle caratteristiche del campo fuochi.

Smart Slave è il modulo, privo di batteria interna, con 30 canali di accensione estremamente leggero e compatto. La sua forma stretta e lunga lo rende perfetto per essere affiancato nelle piastre di supporto agli effetti pirotecnici coreografici o per essere fissato con facilità a supporti verticali.

Power Box, con la sua doppia batteria interna ad alta capacità, è il modulo che fornisce l’ alimentazione alle Smart Slave e permette le operazioni di assegnazione ID e test linea. Tale sistema permette di ridurre notevolmente i tempi di gestione nella fase di preparazione dello spettacolo.

Power Box e Smart Slave sono state progettate per essere perfettamente operative anche in condizioni climatiche e atmosferiche difficili. Compito del pirotecnico sarà esclusivamente quello di procedere periodicamente alla pulizia della polvere e dello sporco accumulato nei connettori quick clips delle smart slave, delle boccole cromate di collegamento alla Power Box ed eventualmente dell’ ingresso per il collegamento con l’ID Programmer. Operazioni analoghe andranno effettuate sui connettori della valigia della Power Box. Per mantenere alta l’ efficienza e la durata nel tempo delle batterie interne, Piroshow raccomanda di eseguire un ciclo completo di ricarica di almeno 12 ore.

Non aprire i moduli o procedere a riparazioni fai da te. Pericolo! Decadenza dalla garanzia.

A differenza della Slave 30CH 100V il sistema Power Box – Smart Slave non è dotato di un autonomo sistema di programmazione delle accensioni da eseguire e non supporta l’ accensione tramite l’ invio di un impulso TRIGGER esterno.

ATTENZIONE non confondere le due boccole cromate della Smart Slave per il collegamento alla Power Box per un ingresso trigger.
Pericolo di cortocircuito dei sistema elettronico interno!

Per eseguire le accensioni presenti nella Smart Slave è necessario che sia gestita da una lista di sparo caricata nella Master Full o da FU.MU. Software. Una volta così programmata e gestita, eseguirà tutte le accensioni a lei assegnate anche di tipo sequenziale con intervallo minimo di sparo di soli 0.05 secondi.

In alternativa le accensioni presenti nella Smart Slave potranno essere mandate in esecuzione canale per canale in modalità di sparo manuale tramite Master Manual. In questo secondo caso non sarà possibile eseguire sequenze di accensione (costante, accelerata, decelerata, decelerata, programmata).

Collegamenti e cablaggio :

  1. Collegamento tra Power Box e Smart Slave:il collegamento tra i due moduli va effettuato utilizzando esclusivamente le due boccole cromate presenti sia nel modulo Power Box che Smart Slave. Tali Boccole di collegamento non hanno polarità rendendo semplice e veloce l’ operazione. Cavo di collegamento può essere il semplice doppino telefonico o il normale cavo elettrico. Se ritenuto necessario utilizzare cavi di sezione più ampia rispetto alla misura standard per garantire alle Smart Slave una tensione di sparo più alta. Il collegamento può essere a raggiera o a cascata, vedi le immagini nel paragrafo “Modalità collegamento delle Smart Slave alla Power Box”.
  2. Collegamento tra Power Box e i moduli Master o FU.MU. Software :utilizzare i cavi Piroshow dotati di connettori XLR a due poli per collegare le porte presenti nel retro della valigia della Power Box e quelle presenti sia nella Master Full che nella Master Manual. Per collegarsi al software FU.MU. dovrà utilizzarso nel cablaggio il modulo Piroshow Converter.Utilizzare i cavi dotati di connettori XLR a quattro poli per utilizzare il sistema di comunicazione via radio tramite i moduli Piroshow RTX – 500mW

Descrizione

1. Avvio e Attività preliminari

Attivato l’interruttore, dopo il messaggio di benvenuto e la visualizzazione della versione firmware, il display mostra la seguente schermata:

Schermata iniziale

L’ indicazione OUT : ON indica che la Power Box è pronta ad alimentare correttamente le slave da collegare.

L’ indicazione MOD : ???? indica che non è stata ancora definita la modalità di stato della Power Box.

Se collegata ad una Master Full, Master Manual o FU.MU. Software (tramite Piroshow Converter in quest’ ultimo caso) l’ indicazione passerà automaticamente a MOD : FIRE, segnalando che il sistema Power Box e Smart Slave è pronto a ricevere i comandi di accensione.
Se sono state già compiute le attività necessarie preliminari all’ esecuzione dello spettacolo e il pirotecnico ha posto in stand-by il sistema in attesa dell’ esecuzione, l’ indicazione mostrerà la dicitura MOD : STBY.

La dicitura PREMI OK X TEST permette il passaggio al menù della Power Box che permette la gestione delle funzionalità relative alle Smart Slave collegate.

Prima di accedere alle funzionalità relative alle Smart Slave, attività fondamentale preliminare all’ utilizzo della Power Box è attribuire un’ identità numerica che la contraddistingua.

L’ assegnazione di un ID univoco ad ogni Power Box ha la funzione di permettere alla Master Full di eseguire correttamenteil comando a distanza delle seguenti funzioni:

  1. Verificare il grado di carica delle batterie interne
  2. Verificare lo stato (off/spenta – Stand by – FIRE )
  3. Impostare le funzioni Stand by – FIRE direttamente dalla Master Full

Quando la Power Box viene utilizzata in combinazione con la Master Manual o FU.MU. Software non è attiva la possibilità del comando a distanza e tali le funzioni vanno effettuate direttamente nella Power Box.

1.1 . Assegnazione ID alla Power Box

L’ assegnazione di un numero di identità univoco e ordinato in ordine crescente a tutte le Power Box presenti nel Vostro sistema di sparo è di fondamentale importanza nell’utilizzo e gestione del sistema Power Box e Smart Slave tramite il modulo di punta Master Full.
La Master Full infatti ha integrato nel suo cuore elettronico-informatico un sistema completo di dialogo, comando e diagnosi di tutte le Power Box collegate nell’effettuazione dello spettacolo.

Accendere la Power Box e attendere l’avvio del menù.

Premere il pulsante con la freccetta verso l’ alto, poi mantenendola premuta, premere in contemporanea la freccetta verso sinistra.

Scegliere un ID da 1 a 16 ( 16 è il numero massimo di power box gestibili dalla Master Full), premere il pulsante OK.

Scelta di un ID

L’assegnazione ID può considerarsi un atto definitivo.

Al momento dell’inserimento di nuove Power Box nel Vostro sistema di sparo, il pirotecnico deve aver cura di di proseguire l’assegnazione degli ID alle Power Box seguendo la numerazione da 1 a 16 secondo l’ordine crescente.

La presenza di Power box con lo stesso numero di identità impedisce alla Master Full di riconoscere tutte le Power Box presenti nel sistema di sparo.

Se, per qualsiasi motivo, dovesse essere necessario modificare l’ ID di una Power Box già impostato, sarà sufficiente ripetere le operazioni descritte sopra.

Il numero di identità delle Power Box è invece indifferente nel loro utilizzo tramite Master Manual o FU.MU. Software e le Power Box funzionano senza problemi anche senza aver una identità assegnata in rodine crescente.

Per evitare dubbi o confusione nel tempo, tuttavia, Piroshow sollecita i pirotecnici a compiere tale attività nei primi momenti dopo l’acquisto.

1.2 . Controllo stato di carica delle batterie

Accendere la Power Box e attendere la schermata di avvio, premere la freccetta con la punta rivolta a sinistra:

lo schermo visualizza lo stato della tensione interna IN e in uscita OUT

Tensioni IN e OUT

Premere OK per tornare al menu principale.

Valori IN :

  1. 12V o più = livello ottimale
  2. Da 11,9V a 11,7V = livello di carica medio basso (se lo spettacolo fosse particolarmente complesso/ricco di accensioni oppure dovesse mancare molto tempo per l’ esecuzione e la power box fosse dimenticata accesa la perfetta esecuzione potrebbe essere compromessa)
  3. 11,6V o meno = Pericolo! Livello della batteria insufficiente! Sostituire la power box o ricaricare immediatamente

Valori OUT :

  1. Da 50V a 40V= valori ottimali
  2. 40V o meno = tensione potenzialmente insufficientePossibili cause del problema:
    • Le Smart Slave collegate alla Power Box sono più di 16
      Soluzione: verificare ed eventualmente scollegare quelle soprannumerarie
    • C’è un corto circuito sulla linea :
      verificare quante Smart Slave sono state riconosciute dalla funzione id req per cercare di trovare più facilmente quale tratto del doppino telefonico sia in corto.
      Se non è riconosciuta nessuna Smart Slave è certamente il primo.

Il sistema Power Box e Smart Slave è operativo (cioè idoneo all’accensione/sparo) solo se utilizzato tramite Master Full, Master Manual o FU.MU. Software.

Le funzioni che il sistema Power Box più Smart Slave possono compiere autonomamente sono quelle preliminari allo sparo vero e proprio, tutte vengono eseguite dalla Power Box una volta collegata alle Smart Slave:

  • ID Req
  • Assegnazione ID
  • Test linea
  • Stand by e wake up

Per accedere a queste funzioni prmere OK nella schermata principale.

2. ID Req

Una volta che ci si è assicurati che tutti i moduli Smart Slave presenti nello spettacolo siano stati correttamente collegati tra loro e alla Power Box, si può avviare la funzione di ID REQ. L’ id req delle Smart Slave effettuato dalla Power Box non è attività preliminare obbligatoria allo sparo ma è attività preliminare e funzionale esclusivamente all’ effettuazione del test linea delle Smart Slave direttamente dalla Power Box.

La funzione di ID REQ eseguita dalla Power Box permettere di:

  • Stabilire la comunicazione bidirezionale tra Power Box e Smart Slave
  • Verificare quali e quante Smart Slave sono correttamente collegate alla Power Box

Dopo aver premuto OK nel menu principale viene mostrato il messaggio “AVVIO SLAVE” ( = ID Request di tutte le Smart Slave collegate).

La Power Box mostra:

nella riga superiore : il numero totale delle Smart Slave trovate
nella riga inferiore : l’identità più bassa tra quelle trovate

L’ID corrente lampeggia

Scorrendo tramite la freccetta con la punta verso l’ alto il pirotecnico potrà visualizzare quali identità sono state concretamente trovate.

Problemi nei risultati dell’ attività di ID Req ( la Power Box non trova tutte le Smart Slave collegate o non trova le identità corrette):

  • i cavi che collegano la Power Box alla Smart Slave sono scollegati o non correttamente inseriti : collegare correttamente i cavi.
  • i cavi sono in corto o interrotti : sostituire i cavi.
  • c’è un problema di collegamento / cablaggio tra i vari moduli :
    alcuni cavi sono scollegati o non correttamente collegati, uno o più cavi sono in corto. Sostituire o collegare correttamente i cavi.
  • una o più Smart Slave hanno la stessa identità.

Verificare e correggere le identità assegnate.

Selezionata l’ identità prescelta premo OK e accedo al menù successivo che permette di scegliere tra Test linea / Stand By / Esci / Assegnazione o modifica ID (quest’ultima opzione è presente solo nel caso in cui è collegata una sola Smart Slave).

Test linea

Standby

Esci

Assegnazione o modifica ID
(è collegata una sola Smart Slave)

3. Assegnazione ID alle Smart Slave

È la funzione della Power Box che permette di assegnare una entità numerica che contraddistingua l’ identità della singola Smart Slave.

Poiché tale operazione va effettuata collegando una alla volta le Smart Slave cui deve essere assegnato l’ ID alla Power Box tramite il cavo, Piroshow consiglia al pirotecnico di effettuare tale operazione in fabbrica o presso il campo fuochi precedentemente alla posta in opera dello spettacolo (altrimenti in tal caso si dovrebbe spostare la Power Box nei pressi di tutte le singole Smart Slave con inutile dispnedio di energie).

Per effettuare tale operazione quando lo spettacolo è già posizionato Piroshow ha creato il piccolo e leggero ID programmer.

Per assegnare un ID alla Smart Slave :

    • accedere al menù di assegnazione ID e premere ok
    • scegliere una identità numerica da 1 a 126

      In questo caso si è passato dalla identità 1 alla identità 12
    • premere OK

È buona abitudine scrivere con pennarello cancellabile il numero dell’identità assegnata nell’apposito riquadro bianco presente nelle Smart Slave.

IMPORTANTE : nell’assegnazione dell’identità alle Smart Slave non bisogna dimenticare che il sistema Piroshow considera esattamente allo stesso modo le Slave 30CH e le Smart Slave, quindi occorre avere la massima attenzione nel non assegnare ad una Smart Slave un ID già assegnato ad una Slave 30CH.

NB: la mancata assegnazione di un ID personale alle Smart Slave non consentirà il loro riconoscimento al momento dell’ effettuazione dell’ ID REQuest tramite Master Full, Master Manual e FU.MU. Software.

4. Test linea Smart Slave

Il test linea è la funzione che permette di verificare la correttezza e la perfetta funzionalità delle accensioni predisposte tramite accenditori in una Smart Slave.

Tale funzione sfrutta lo stesso doppino telefonico di collegamento della Power Box alle Smart Slave, quindi può essere effettuato anche nell’immediatezza dello spettacolo quando tutte le Smart Slave sono state disposte nel campo fuochi (magari in postazioni diverse distanti tra loro).

La legenda e le soluzioni consigliate in caso di errore sono le stesse della Master Manual: Legenda test canale:
* : accenditore presente e funzionante
: accenditore assente o non correttamente funzionante – vedi Master Full
T : presenza di un TRIGGER oppure problema di impedenza (il numero di accenditori connessi in serie in quel canale è eccessivo)

Se si riconoscono errori nella fase di test:

correggere l’errore, rieffettuare l’avvio delle Smart Slave e rieseguire il test.

5. Stand By / FIRE

Effettuate tutte le operazioni necessarie per la verifica delle corretta impostazione dello spettacolo, per evitare un consumo eccessivo ed inutile delle batterie nell’intervallo di tempo prima dell’esecuzione dello spettacolo, selezionare la voce STAND BY per mettere in modalità basso consumo la Power Box e di conseguenza le Smart Slave.

Nel momento in cui si riavvia la Power Box la schermata iniziale indicherà la dicitura

MOD: STBY

Premendo OK si riattiva tutto il sistema e si è pronti per l’esecuzione dello spettacolo.

Se la Power Box è correttamente collegata a Master Full, Master Manual o FUMU Software ( in questo ultimo caso tramite Piroshow Converter ) al momento dell’avvio delle Smart Slave si attiverà automaticamente la modalità FIRE, verrà mostrato

MOD: FIRE

Nel caso in cui Power Box e Smart Slave è collegato a Master Full tali operazioni possono essere effettuate direttamente dalla Master Full.

6. Caratteristiche Power Box

  • Doppia Batteria interna ricaricabile 12V 7 ampere
  • Possibilità alimentazione fino a 16 Smart Slave
  • Lunga autonomia (c.ca 60h, stand-by c.ca 120h)
  • Controllo dello stato della batteria
  • Test linea
  • Resistente agli agenti atmosferici
  • Firmware aggiornabile
  • Marchio CE – ISO 9001
  • Garanzia internazionale
  • Peso: 6 kg

7. Smart Slave

Ogni Smart Slave ha al suo interno un duplice ed autonomo circuito interno di funzionamento: il primo, che necessita di un’ alimentazione di soli 5v ha la funzione di permettere le operazioni di assegnazione ID e di test linea, il secondo di ben 50v ( una tensione di gran lunga più alta rispetto agli altri moduli analoghi di altre ditte) è quello deputato all’esecuzione delle accensioni.

I due connettori a boccola argentati servono esclusivamente per ricevere l’ alimentazione dalla Power Box e stabilire la comunicazione di informazioni, tramite filo elettrico, un semplice doppino telefonico.

ATTENZIONE : non confondere tali connettori con un INGRESSO TRIGGER!!! Essendo le Smart Slave prive di batteria interna non potrebbero mai funzionare!!

Se poi si utilizzassero (i due connettori argentati) per connettere contemporaneamente la Smart Slave alla Power Box e ad un trigger, alla ricezione del trigger andrebbe in cortocircuito tutta l’ elettronica interna della Smart Slave con danni irrimediabili.

Il circuito interno che regola il funzionamento delle Smart Slave è un progetto esclusivo Piroshow all’ avanguardia della tecnologia che garantisce al pirotecnico possibilità di progettazione, risparmi di spesa e garanzia di affidabilità impossibili da ottenere nei prodotti analighi della concorrenza:

  • Il sistema di alimentazione esterna tramite la doppia e potente batteria della Power Box permette un’ alimentazione costante per ogni modulo con tensione in uscita dalla power box pari a 50v.
  • Si scongiura la perdita di tensione dovuta alla lunghezza del cavo di collegamento, permettendo sempre la possibilità di collegare almeno 15 accenditori in serie per ogni canale il minor numero di moduli necessari per all’allestimento dello spettacolo
  • Si affida alla Power Box il controllo del carico sul bus di linea prevenendo all’origine la possibilità di corto circuiti. Garanzia di affidabilità
  • Il circuito interno esclusivo Piroshow permette il passaggio nel cavo di collegamento ( un semplice filo elettrico – doppino telefonico ) non solo dell’alimentazione, ma anche delle comunicazioni di trasmissioni dello stato della Smart Slave alla Power Box, alle Master e a FU.MU. software
  • Rispetto all’utilizzo del cavo a 4 poli, necessario per l’ utilizzo dei moduli analoghi di altre ditte, si ha un enorme risparmio economico.
  • Le due boccole cromate che fungono da ingresso per il cavo di alimentazione/trasmissione dati sono state progettate per non avere polarità.

In qualsiasi ordine vengano inseriti i due capi del doppino telefonico, la Smart Slave sarà sempre perfettamente funzionante . Grande facilità d’uso e risparmio di tempo nell’allestimento.

Il connettore all’altro capo della Smart Slave rispetto alle due boccole di ingresso dei cavi di alimentazione / trasmissione dati, è protetto da tappo ermetico a vite e ha la sola funzione di collegare la Smart Slave all’ID Programmer per effettuare le operazioni di assegnazione ID e i test di sistema.

Connettori quick clips:
Il loro sistema con molla antistrappo interna garantisce estrema facilità d’uso ma soprattutto affidabilità e garanzia di prestazione.

8. Tensione di sparo garantita

Accenditori in parallelo: inserisco due o più accenditori nella stessa coppia di connettori. L’elettronica della Smart Slave non supporta collegamenti in parallelo di accenditori.

Accenditori in serie : al connettore è collegato solo un accenditore, ma al filo elettrico dell’ accenditore sono collegati tramite connettori UYB.

La Smart Slave supporta il collegamento di accenditori in serie.

Il numero di accenditori collegabili è variabile e dipende da una serie di fattori :

  • Dalla distanza della Power Box : maggiore è lunghezza del cavo elettrico che collega i dispositivi, maggiore sarà l’ effetto fisico di caduta di tensione sulla linea.
  • Dal numero di Smart Slave collegate alla Power Box: più sono le Smart Slave collegate minore sarà per ognuna di esse la tensione in uscita (tensione di sparo).

Tenuto conto di queste variabili Piroshow garantisce comunque a tutti i pirotecnici la presenza di 30V di tensione di sparo (in uscita) su ogni Smart Slave collegata alla Power Box anche quando sono collegate 16 Smart Slave alla Power Box ( il numero massimo consentito). Poter contare su 30v di tensione vuol dire poter collegare fino a 15 accenditori in serie per ognuno dei 30 canali presenti in ogni Smart Slave!!

È buona abitudine inserire gli accenditori prima che la Smart Slave sia collegata alla Power Box.

9. Modalità collegamento delle Smart Slave alla Power Box

  1. Collegamento “a raggiera
    Ogni Smart Slave è collegata alla Power Box tramite un cavo elettrico separato.
    In questa configurazione Piroshow garantisce la tensione di 30v per Smart Slave fino ad una distanza di 1km per singolo cavo di collegamento.
  2. Collegamento “a cascata
    Quando viene utilizzata questa modalità di collegamento solo la prima Smart Slave di quelle presenti nel sistema di sparo è collegata alla Power Box. Le altre Smart Slave sono invece collegate l’una con l’altra tra loro “a cascata” appunto, come se fosse un unico cavo a collegarle tutte. In questa configurazione Piroshow garantisce i 30v di tensione fino ad una distanza totale di 250 metri del “cavo” di collegamento.

Se le distanze del cavo o dei cavi di collegamento sono maggiori ed è necessario poter usufruire dei 30v di tensione di sparo, Piroshow consiglia di utilizzare un filo elettrico con sezione per ogni per ogni conduttore maggiore di quella standard di almeno 1.5 mm².

Una volta posizionato a terra lo spettacolo ed effettuati tutti i collegamenti è possibile verificare la reale tensione di sparo attraverso l’ operazione di test linea tramite Power Box, ID Programmer, Master Full o Master Manual.

Considerato che ogni accenditore per essere funzionale utilizza 2v di tensione, il calcolo per stabilire il numero massimo degli accenditori collegabili in serie è semplicissimo : tensione in uscita / 2.

es. 30/2= 15
es. 43/2 = 21
es. 26/2 = 13

L’elettronica interna della Smart Slave e il sistema di alimentazione esterna tramite Power Box permettono di avere un intervallo minimo tra un’accensione e l’altra di soli 0.05 sec. Pur essendo teoricamente possibile (nel caso in cui ogni connettore sia collegato ad un solo accenditore), Piroshow consiglia al pirotecnico di non mandare in esecuzione due o più canali della Smart Slave in contemporanea ma di sfruttare l’enorme tensione di sparo garantita collegando in serie una pluralità di accenditori da mandare in esecuzione simultaneamente.

10. Caratteristiche Smart Slave

  • 30 linee
  • Tensione di sparo 50V
  • Tempo minimo tra due spari consecutivi 0,05 sec.
  • Test linee
  • Connettori Quick Clips impermeabili
  • Resistente agli agenti atmosferici
  • Firmware aggiornabile
  • Marchio CE – ISO 9001
  • Garanzia internazionale
  • Peso: 1,5 kg

Condizioni di Garanzia

Tutti i prodotti PiroShow sono coperti da garanzia internazionale per i difetti e i malfunzionamenti di produzione secondo quanto previsto dalla Direttiva Europea 1999/44/CE e D.Lgs. 206/2005 dello Stato Italiano.

In caso di consegna di prodotto non funzionante o non correttamente funzionante, l’acquirente ha diritto alla sostituzione o al recesso, previa tempestiva comunicazione secondo le forme e i termini di legge.

Tutti i prodotti Piroshow sono un condensato di alta tecnologia, la garanzia sul corretto funzionamento si estende per due anni dalla data di acquisto e dipende dall’uso corretto del prodotto acquistato, dalla sua corretta manutenzione e dall’assenza di manomissioni.

Norme di validità della garanzia:

  • Ogni modulo Piroshow va utilizzato dopo aver studiato il relativo manuale d’uso e le avvertenze in esso contenute.
  • Assicurarsi sempre che persone non autorizzate non abbiano accesso al campo dello spettacolo e non possano interferire con i sistemi di accensione.
  • Essendo deputate all’ accensione di prodotti pirotecnici la sicurezza dello spettacolo e dei moduli Piroshow dipende anche dalla corretta esecuzione delle norme dei singoli artifici pirotecnici, avendo speciale riguardo a quelli che possono essere sensibili per composizione chimica a campi elettromagnetici.
  • I prodotti Piroshow indicati come espressamente resistenti agli agenti atmosferici vanno utilizzati con valigia ermeticamente chiusa. Nel caso in cui, per qualsiasi motivo, ciò non fosse possibile il pirotecnico deve avere cura di proteggere i moduli con idonea copertura.
  • Ove espressamente indicato, i prodotti Piroshow sono resistenti al calore e alle ceneri prodotte durante l’ esecuzione dello spettacolo. È comunque importante che i moduli non siano posizionati nelle immediate adiacenze dei fuochi e degli effetti pirotecnici. In ogni caso i moduli Piroshow non sono resistenti all’esposizione alle fiamme.
  • Le uscite, le porte, gli ingressi che permettono la comunicazione e il cablaggio tra i moduli Piroshow sono garantiti nella loro impermeabilità esclusivamente tramite un uso corretto.
  • Il tappo ermetico va tenuto sempre perfettamente chiuso, ad eccezione del tempo strettamente necessario per il collegamento dei cavi necessari per l’ esecuzione dello spettacolo.
  • Utilizzare per l’esecuzione di spettacoli pirotecnici esclusivamente prodotti intatti e perfettamente integri in ogni loro parte. In caso di sospetto malfunzionamento non utilizzare il modulo e non cercare di effettuare riparazioni fai da te.
    L’utilizzo di un modulo non integro e perfettamente funzionante mette a repentaglio la salute del pirotecnico, dei suoi assistenti e degli spettatori!
    L’ispezione e il test dei moduli è fondamentale nel caso di noleggio da parte di altre ditte pirotecniche!
  • Tutti i connettori e le porte d’ingresso devono essere periodicamente pulite dallo sporco che periodicamente vi si deposita.
  • In ogni caso deputata alla manutenzione e alla riparazione dei singoli moduli è esclusivamente Piroshow. Considerato lo schema di assemblaggio e la tecnologia interna presente, la semplice apertura del singolo modulo da parte di soggetti non autorizzati è causa di decadenza dalla garanzia.

Norme di sicurezza

Le seguenti regole servono per capire meglio le norme di sicurezza più rilevanti.

Le norme di sicurezza sono nate dalla nostra esperienza e dal contatto giornaliero con i nostri clienti e permettono l’applicazione sicura di tutte le componenti dei nostri sistemi d’accensione radiocomandata. Piroshow è lieta di accogliere gli ulteriori suggerimenti provenienti dai pirotecnici per migliorare ulteriormente le indicazioni relative alla sicurezza nella messa in opera ed esecuzione degli spettacoli.

Le seguenti norme di sicurezza fanno parte delle istruzioni di tutti nostri sistemi.
Le istruzioni devono essere messe a disposizione di tutte le persone che sono a contatto con questa tematica nella vostra ditta.
Ogni apparecchio tecnico può causare potenzialmente errori.
Uso erroneo, danni, usura e invecchiamento favoriscono l’introdursi di errori.

Il sistema di accensione elettronica Piroshow è il più valido supporto per il pirotecnico per l’accensione elettronica degli spettacoli e per esaltarne le creatività artistica, ma si relaziona con una tipologia di materiale, i fuochi pirotecnici, pericolosi per loro stessa definizione. Questo è il motivo per cui sono nate queste regole.

  1. Fumare e tenere utensili in grado di creare scintille è sempre vietato nella zona dello spettacolo
  2. In base agli articoli pirotecnici da usarsi e alle condizioni locali, mettere in atto tutte le misure anti incendio e pronto soccorso necessarie.
  3. Tenere sempre conto delle leggi nazionali, delle norme tecniche e istruzioni sull’uso di oggetti pirotecnici e le loro clausole.
  4. Assicurarsi che persone non autorizzate non abbiano accesso a oggetti pirotecnici e sistemi d’accensione.
  5. Rispettare le zone di sicurezza prescritte dalla legge e dal fabbricante. Tenere gli estranei a dovuta distanza con barriere.
  6. Le istruzioni del fabbricante di oggetti pirotecnici devono venire rispettate.
  7. L’uso di installazioni d’accensione deve aver luogo solo dopo appropriate precauzioni.
  8. I prodotti Piroshow indicati come espressamente resistenti agli agenti atmosferici vanno utilizzati con valigia ermeticamente chiusa. Nel caso in cui, per qualsiasi motivo ciò non fosse possibile il pirotecnico deve avere cura di proteggere i moduli con idonea copertura.
  9. Ove espressamente indicato, i prodotti Piroshow sono resistenti al calore e alle ceneri prodotte durante l’ esecuzione dello spettacolo. È comunque importante che i moduli non siano posizionate nelle immediate adiacenze dei fuochi e degli effetti pirotecnici. In ogni caso i moduli Piroshow non sono resistenti all’ esposizione alle fiamme.
  10. Utilizzare per l’ esecuzione di spettacoli pirotecnici esclusivamente prodotti intatti e perfettamente integri in ogni loro parte. In caso di sospetto malfunzionamento non utilizzare il modulo e non cercare di effettuare riparazione fai da tè. L’ utilizzo di un modulo non integro e perfettamente funzionante mette a repentaglio la salute del pirotecnico, dei suoi assistenti e degli spettatori! L’ ispezione e il test dei moduli è fondamentale nel caso di noleggio da parte di altre ditte pirotecniche!
  11. Temporali oppure campi elettrostatici che si formano prima dei temporali possono provocare accensioni fortuite. Con l’ avvicinarsi del temporale, Piroshow consiglia di sospendere i lavori di messa in opera dello spettacolo e di mettere in sicurezza quanto già posizionato.
  12. Gli accenditori vanno inseriti negli appositi morsetti o quick clips avendo cura che i relativi moduli Slave 30ch 100v , Easy Fire, Smart Slave siano spenti o privi di collegamenti che forniscano alimentazione. Ogni effetto pirotecnico é comunque da considerarsi attivo dal momento in cui i cavi vengono collegati all’apparecchio d’accensione indipendentemente se l’apparecchio é acceso o spento.
  13. Controllare sempre l’ integrità del filo elettrico collegato all’ accenditore.
  14. Evitate che spolette e rispettivi cavi siano vicini o abbiano contatto con materiali conduttori di corrente, se c’é il pericolo di scariche elettrostatiche.
  15. Controllare sempre l’ integrità dei cavi elettrici di cablaggio del sistema.
  16. Evitate tutte le fonti di accensioni anticipate, tra cui sono alte tensioni di campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici e fonti di tensione.
  17. I cellulari, gli apparecchi radio trasmittenti e in generale tutti gli strumenti con batteria interna rappresentano un pericolo troppo spesso sottovalutato: se maneggiati contemporaneamente alla messa in opera degli accenditori possono essere causa di accensioni fortuite. ATTENZIONE!
  18. I fuochi pirotecnici, secondo la loro composizione possono produrre gas ionizzati. Questi fanno si che l’aria diventi conduttrice di corrente. Processi di ionizzazione, se hanno luogo vicino a cavi di alta tensione, possono provocare accavallamenti mortali per chi si trova nelle vicinanze. Tenete in considerazione che le correnti d’aria a terra possono essere diverse da quelle che si trovano a una altezza di pochi metri.
  19. Usate cavi sufficientemente lunghi per la vostra sicurezza e quella degli apparecchi.
  20. Durante la fase di test o di simulazione dello spettacolo è buona abitudine, nonostante l’ estrema sicurezza delle procedure di testing Piroshow, che nessun pirotecnico o operaio sia presente nelle adiacenze delle postazioni pirotecniche.